X


L’influencer marketing cos’è ? scopri come promuovere con successo la tua attività con influencer, blogger e social media manager

L’influencer marketing cos’è ? scopri come promuovere con successo la tua attività con influencer, blogger e social media manager

L’influencer marketing è uno strumento a cui vale la pena di ricorrere per promuovere la propria attività con buone probabilità di successo. Grazie a questa soluzione, i marchi hanno numerose opportunità a disposizione per creare la cosiddetta awareness e ottenere nuove vendite sfruttando il lavoro compiuto dai trend-setter, che si tratto di micro-influencer o di celebrità. Ma l’influencer marketing cos’è di preciso? Per capirlo è necessario tenere conto dell’importanza di una strategia specifica, grazie a cui si potranno individuare gli obiettivi da raggiungere, i canali da sfruttare e i testimonial su cui fare affidamento.

Una definizione di influencer marketing

Prima di cercare un’influencer marketing agenzia, dunque, vale la pena di avere le idee ben chiare a proposito di ciò di cui si sta parlando. L’influencer marketing comprende una serie di attività che si basa sul coinvolgimento di un social reviewer, di un influencer blogger o di un testimonial il cui compito è quello di provare un certo servizio, un determinato prodotto o un particolare marchio per poi parlarne con i propri follower, allo scopo di metterne in evidenza la qualità. Essere in grado di trovare le giuste risorse è il segreto alla base di questa attività, fermo restando che è sempre indispensabile monitorare con attenzione i risultati che si ottengono nel corso del tempo.

Perché scegliere l’influencer marketing

Dopo aver capito l’influencer marketing cos’è, è utile metterne in evidenza i vantaggi: questo strumento, infatti, si può considerare una valida leva di awareness, e al tempo stesso può essere foriero di conversioni significative. Si tratta di una strategia che si fonda sulle menzioni e sulle sponsorizzazioni da parte dei cosiddetti influencer, soggetti che vantano un importante seguito social e che, nella loro specifica nicchia, sono considerati degli esperti. I settori in cui si può fare riferimento a un influencer sono tanti, dall’automotive al beauty, dal fashion al business, dal tech al food. Ogni settore presuppone una strategia di influencer social media marketing ben precisa, e ogni settore comprende dei trend setter, dei guru e degli opinion leader che possono essere coinvolti nel diffondere recensioni e notizie attraverso i propri canali.

I social network

Sono proprio i social network, al giorno d’oggi, a rappresentare un canale di comunicazione importante da questo punto di vista, avendo soppiantato almeno in parte i siti proprietari e i blog. Qualunque influencer agency in Italia è consapevole del fatto che sempre più utenti cercano sui social servizi e prodotti da comprare: avviene nel 77% dei casi, secondo i dati forniti dall’Osservatorio Multicanalità della School of Management del Politecnico di Milano. I suggerimenti degli influencer sono dei veri e propri consigli per gli acquisti, che risultano molto efficaci in virtù della notevole fiducia maturata dai follower nei confronti degli influencer stessi.

Dinamiche per un influencer marketing vincente

Ma come funzionano gli influencer marketing ads? I suggerimenti degli influencer sono accolti dai loro seguaci in maniera positiva; si tratta di una modalità di social proof di grande rilevanza per i clienti potenziali di un marchio. Ovviamente, ciascun settore ha un pubblico ben preciso, il che richiede di saper individuare i canali social più adatti allo scopo. Instagram, per esempio, è da preferire per settori come il food, i viaggi, il cibo, la bellezza, il benessere e il fitness, ma anche per altri ambiti come l’innovazione, il digital marketing e la psicologia. Per comparti come la tecnologia o il bricolage, invece, si lascia preferire Youtube. In questo secondo caso, si parla di temi che hanno un target soprattutto maschile, e il compito degli influencer è quello di fornire recensioni video o tutorial che invoglino a un acquisto.

Dalla parte delle aziende

Resta da capire, a questo punto, in che comodo un’azienda possa fare influencer marketing. Come si sarà capito, il primo passo da compiere consiste nel trovare un canale su cui fare scouting, a seconda delle buyer personas che sono state individuate e del tipo di output che si ha in mente di conseguire. Anche TikTok è un social che va preso in considerazione, soprattutto se ci si vuol rivolgere a un pubblico giovane. Ovviamente si possono utilizzare anche canali differenti, ricordando comunque che nella maggior parte dei casi gli influencer sono specializzati e vengono seguiti su una piattaforma sola.

La definizione del budget

Non è da sottovalutare la fase di definizione del budget, specialmente in relazione al tipo di remunerazione che dovrà essere garantita agli influencer che si sceglierà di coinvolgere. Nel caso dei prodotti di nicchia, sono da preferire i micro-influencer, che hanno un engagement rate molto elevato rispetto alla propria fanbase e che sono altamente specializzati. Non sempre, quindi, ha senso ingaggiare vip o influencer che hanno centinaia di migliaia di follower, anche perché può non essere conveniente economicamente.

Hai un'Azienda o sei un professionista?

Hai un'Azienda o sei un professionista?

Desideri creare una reputazione positiva online?

Scopri come potrai far parlare bene di te i tuoi clienti grazie a SHAREtips

Sei un influencer?

Sei un influencer?

Utilizzi i canali social? Facebook, Instagram, YouTube o scrivi su dei Blog?

Sai quanto potresti guadagnare online e crearti una rendita aiutando le Aziende a creare una pubblicità virale online?

Richiedi il check up del tuo sito web

La nostra web agency ti fornirà il report gratuito quanto prima

Selezionare un servizio di interesse

20+10=
  Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/03. Leggi informativa completa