X


I tre pilastri fondamentali del SEO anche nel 2018

I tre pilastri fondamentali del SEO anche nel 2018

Le regole SEO stanno cambiando molto? Sembra di sì, ma i fondamentali restano gli stessi. Capire l'ottimizzazione dei motori di ricerca richiede tempo. Con centinaia di regole sull'algoritmo di Google, non c'è da meravigliarsi che tutto sia così confuso. Ma, per rimanere districarsi con il SEO nel 2018, occorre semplicemente dedicare tempo e sforzi per fornire un valore reale. Non provare a usare tattiche losche.

Cosa significa esattamente? Bene, iniziamo con una storia. Facciamo finta di aver appena aperto una nuova attività e entri in una banca. Ti siedi con il banchiere e spieghi il tuo fantastico modello di business. Gli mostri persino un piano imprenditoriale abbagliante.

Spiega che stai vendendo il widget più recente, progettato per impressionare anche i clienti più esigenti nel settore XYZ. Dici al banchiere che hai bisogno di un prestito per un milione di dollari. Ti fissa perplesso. Poi, dopo una lunga e snervante pausa, ti chiede l’importo delle tue finanze degli ultimi due o tre anni. Non abbiamo dati finanziari. Stiamo appena iniziando. Il banchiere scuote la testa, fissa il pezzo di carta che gli hai dato, si alza, ti stringe la mano e ti vede alla porta.

La morale di questa storia? La maggior parte delle persone che stanno cercando di ottenere risultati con il SEO nel 2018 sono appena agli inizi. Di recente hanno registrato un sito Web e stanno tentando di classificarsi per una parola chiave grande e molto competitiva. Dopo circa sei mesi di prove, gettano la spugna e si rivolgono agli annunci a pagamento.

Gli annunci a pagamento sono fantastici. Costruire una canalizzazione di vendita e utilizzare gli annunci su Facebook, Google o YouTube è probabilmente il modo più veloce per fare soldi online e presentare la tua offerta a frotte di clienti che cercano di acquistare esattamente ciò che stai vendendo. Ma ci sono molte variabili e metriche coinvolte nel farlo. Per la maggior parte delle persone, sembra di buttare i soldi nel water. E per una buona ragione.

Ma cosa succede se si potesse ottenere la stessa offerta gratuitamente? Fai tentativi in maniera gratuita seguendo le regole SEO, poi magari usa anche annunci a pagamento. Questo è specificamente ciò che la SEO può fare per te nel 2018, o, francamente, in qualsiasi anno. Se torniamo agli albori degli algoritmi di ricerca di Google, scopriamo qualcosa chiamato PageRank. Se ricorderai, PageRank era l'algoritmo originale su cui è stato costruito il motore di ricerca di Google.

Ha setacciato il web spostandosi da un collegamento all'altro. Maggiore è il numero di collegamenti diretti a una determinata pagina trovata, maggiore è l'importanza o la pertinenza che attribuirebbe a quella specifica pagina. Più collegamenti e più pertinenza significava rango più alto. Ora, le cose sono decisamente cambiate da quei giorni. Oggi non si tratta solo di collegamenti. Ma, prima di entrare nei dettagli tecnici, è necessario comprendere i tre pilastri che reggono il SEO.

1. Autorità

L'autorità si riferisce alla qualità e al volume dei collegamenti creati nel tempo. Maggiore è l'autorità di un sito web, maggiore è il numero di link che può trasmettere. È possibile valutare l'autorità tramite strumenti come MozBar o SEMRush. Il Domain Authority (DA) e Domain Score (DS) sono due modi in cui queste aziende quantificano la quantità di autorità di un dominio. Tuttavia, nessun punteggio sarà in tempo reale e eventuali modifiche o miglioramenti al tuo SEO potrebbero richiedere settimane o mesi per vedere i suoi risultati.

2. Contenuto

Il contenuto di un sito è fondamentale quando si tratta di classificare. In realtà, l'importanza di questo elemento è aumentata drammaticamente nel tempo. Oggi, il tuo contenuto deve essere eccellente. Deve aggiungere valore e coinvolgere il visitatore. Maggiore è il coinvolgimento, più utenti condivideranno tale contenuto e, a sua volta, migliore sarà il ranking. Investi molto sui tuoi contenuti e questo ti ripagherà.

3. Età del sito indicizzato

Il terzo e ultimo pilastro del SEO è l'età del sito indicizzato. L'età conta. Mentre altri fattori possono sicuramente superare l'età, all'inizio è importante creare un ottimo track record con il contenuto del tuo dominio e la qualità dei link che puntano a quel contenuto. Questo succede nel tempo. Non puoi affrettarti. L'età indicizzata si riferisce semplicemente alla data originale in cui Google ha scoperto il sito o il contenuto stesso.

Richiedi il Check Up

La nostra web agency ti fornirà il report gratuito quanto prima

Selezionare un servizio di interesse

  Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/03. Leggi informativa completa