X


Le nuove tendenze SEO del 2016

Le nuove tendenze SEO del 2016

Il nuovo anno porta nuove soluzioni di marketing e la possibilità di dare nuova vita alla vostra strategia sul web. Se il vostro obbiettivo è quello di raggiungere un ranking più elevato sui motori di ricerca potete iniziare a seguire questi consigli per migliorare la vostra SEO e accrescere così il business della vostra azienda.

Ottimizzazione e ricerca su dispositivi mobili

Ogni anno, gli esperti SEO dicono che l’universo “mobile” soppianterà quello desktop. La verità è che il mobile è già oggi un grande sfida. Sempre più utenti preferiscono effettuare ricerche internet con i loro smartphone piuttosto che i computer desktop. Nel maggio 2015, Google ha annunciato che la maggior parte delle ricerche sul loro motore di ricerca si svolgono su dispositivi mobili rispetto al classico computer. Per questo possiamo aspettarci che la mole di ricerche effettuate con gli smartphone crescerà ulteriormente nel corso del 2016. Secondo questo trend, per i proprietari di siti web sarà necessario concentrarsi sull'ottimizzazione dell’aspetto mobile. Il 21 aprile 2015, Google ha incluso la caratteristica “mobile-friendly” nel punteggio per il ranking delle ricerche, penalizzando così i siti che non dispongono di una versione per smartphone. Questo significa che se non avete ancora un sito dinamico “mobile-friendly” è giunto il momento di farlo.

Maggiore importanza del SEO locale

Il 2016 porta maggiori opportunità per le imprese locali. Quasi il 50% di tutte le ricerche di Google sono realizzate con intenti locali, ovvero la metà degli utenti che effettuano ricerche, vogliono trovare la risposta più rilevante in base alla loro posizione gps. Google non può ignorare la necessità di mostrare le imprese locali nei risultati di ricerca, quindi darà sicuramente più importanza ai risultati locali e creerà anche nuovi modi per le imprese per distinguersi. Oltre all’importanza del SEO, gli imprenditori dovrebbero essere consapevoli delle possibilità offerte dal centro di Google per le imprese locali, "Google My Business". É necessario pertanto gestire e ottimizzare anche questo profilo che rappresenta un’opportunità importante per aumentare le probabilità di successo. Per vedere il vostro ranking salire ancora più in alto nel 2016, è utile che le informazioni aziendali siano chiare e facilmente visibili su più piattaforme. Per fare questo esistono software dedicati che gestiscono e inviano queste informazioni contemporaneamente a più siti.

Occorre aumentare l'attenzione sulla sicurezza (HTTPS)

Più di un anno fa, Google ha comunicato che la sicurezza del protocollo HTTPS sarebbe diventata una caratteristica per ottenere un maggiore punteggio nel ranking di ricerca. Nel primo annuncio Google ha dichiarato che questa skill non avrebbe ancora influito drasticamente sul ranking, dando così tempo ai proprietari dei siti web per passare a una connessione sicura e criptata. Il motore di ricerca ha avuto più di un anno per modificare e rinnovare questo aspetto del suo algoritmo, e i proprietari dei siti dovrebbero aspettarsi un nuovo aggiornamento sul punteggio riservato al protocollo HTTPS proprio nel 2016.

Potenziale perdita di punteggio nelle mappe

Oggi occorre lavorare duro per ottimizzare il proprio profilo aziendale se si desidera raggiungere un’ottima posizione nella classifica delle mappe locali, ma presto sarà possibile pagare per questo servizio. Google infatti sta testando la pubblicità pagata per mappe locali. A metà del 2015 hanno fatto la loro comparsa i nuovi local pack e questo rappresenta solo la base di ciò che potrà accadere nel corso del 2016. Probabilmente verranno anche rimosse le mappe tradizionali, sostituite dalla pubblicità a pagamento.

Aggiornamenti in tempo reale Google Penguin

A breve Google rilascerà un aggiornamento per Google Penguin, il famoso algoritmo sviluppato dal motore di ricerca per individuare i siti virtuosi e penalizzare quelli che non sono considerati tali. Questo aggiornamento in tempo reale rappresenterà aspetti buoni ma anche qualche difficoltà in più per il SEO. Dal lato positivo, i proprietari di siti web precedentemente penalizzati da Penguin, con questo nuovo aggiornamento vedranno la loro posizione in classifica riprendersi rapidamente una volta risolti tutti i problemi del sito. Quindi non sarà più necessario attendere 12 o 13 mesi per recuperare posizioni, perchè il cambiamento avverrà in tempo reale.

Maggiore impatto dei contenuti onsite nel Link Building

Come molti di voi sapranno, il link building è quella tecnica SEO volta a incrementare il numero di link in ingresso verso un sito web. Grazie a questa particolare tecnica e con un numero sufficiente di link, si potrebbe ottenere un ottimo ranking per qualsiasi sito. Attraverso gli anni si è notato come i link abbiano un impatto sempre meno forte e probabilmente questa tendenza continuerà. Oggi infatti i contenuti onsite hanno più effetto di una campagna SEO. Le aziende dovrebbero concentrarsi sull'unicità, la qualità, la lunghezza e l'ottimizzazione di contenuti piuttosto che aumentare il link building. Tuttavia, la necessità di creare link non sarà comunque vana. Per prima cosa comunque è necessario dare priorità alle ottimizzazioni onsite e successivamente rivolgere attenzione ai collegamenti.

Alcune testimonianze

Ecco un paio di testimonianze.

Desideri sapere cosa pensano altre aziende di noi?

Sei nostro cliente o ci conosci?

Per noi ed i nostri futuri clienti è importante avere un tuo feedback. Lascia una tua testimonianza sul canale che preferisci

Richiedi il check up del tuo sito web

La nostra web agency ti fornirà il report gratuito quanto prima

Selezionare un servizio di interesse

9+9=
  Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/03. Leggi informativa completa